♥   SCONTI +PLUS 10 – 15 – 25% SU MOLTI PRODOTTI – LA SPEDIZIONE É GRATUITA SU TUTTE LE COLLEZIONI !  ♥

Alfons Mucha – Art Nouveau

Alfons Mucha - La Femme Animee en Fleur

L’artista di manifesti Art Nouveau Alfons Mucha, nasce nel 1860 in Moravia (una regione dell’attuale Rep. Ceca). Egli è ampiamente riconosciuto come uno dei grandi dell’arte visuale comunicativa. Nei suoi manifesti, le immagini femminili e decori Art Nouveau simbolo della Belle Époque, erano la sua firma artistica.

La prima scuola laboratorio

Sin da ragazzino, Alfons Mucha dimostra uno spiccato interesse per l’arte del disegno. A 19 anni inizia a frequentare il reparto artistico della “Kautsky‐Brioschi‐Burghardt” laboratorio che produce quinte sceniche e sipari per teatri. In questo contesto conosce il Conte Eduard Khuen Belasi il quale, diventerà il suo mecenate. Certo del suo talento, il Conte, decide di finanziare gli studi di Alfons Mucha presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera; il Conte Eduard, era convinto che Alfons dovesse vivere in una città con più vigore artistico; nel 1887 lo spronò ad andare a Parigi, dove l’artista Art Nouveau Alfons Mucha, rimarrà per ben diciassette anni. Tuttavia, nel 1887 per motivi sconosciuti, il Conte Eduard cessa di finanziare l’artista.

Sarah Bernhardt

Alfons Mucha abbandona la scuola, inizia a lavorare come illustratore, collabora a diverse riviste e case editrici importanti francesi. Il primo successo giungerà nel 1894 quando Mucha disegna il primo manifesto per Sarah Bernhardt in occasione della rappresentazione “Gismonda” di Victorien Sardou. Questo, segna l’inizio di una lunga collaborazione decretandolo come uno dei più ricercati autori illustratori di manifesti e locandine pubblicitarie.

 

1897 un anno importante

Il 1897 è l’inizio di importanti mostre ed esposizioni. L’artista astro nascente dell’Art Nouveau Alfons Mucha, tiene la sua prima personale alla Galerie de la Bodinière di Parigi; una seconda del quale ne illustrerà anche il manifesto, la aprirà al Salon des Cent; una terza mostra aprirà sul finire dell’anno presso il Salone Topič di Praga.

L’inizio di un nuovo secolo: Il 1900

Nel nuovo secolo nell’anno 1900, durante dell’Esposizione Universale di Parigi, il progetto di Alfons Mucha per il padiglione della Bosnia‐Erzegovina e il suo manifesto, elevano e decretano la sua importanza artistica nel panorama artistico europeo. Nel 1902, nel libro Documents décoratifs, Alfons Mucha definisce per la prima volta l’essenza artistica dello stile Art Nouveau.

L’artista decide di andare negli Stati Uniti; le sue mostre nei primi anni 20, ospitate presso l’Art Institute of Chicago e il Museo di Brooklyn a New York, riscuotono un successo incredibile. La mostra di Chicago nell’Illinois, vede esposti i cinque quadri dell’Epopea Slava, ciclo iniziato nel 1910 in Repubblica Ceca e portato a termine a Praga nel 1928. Alfons Mucha torna a Parigi per l’ultima volta nel 1936 in occasione dell’ultima mostra retrospettiva organizzata con l’artista in vita.

Alfons Maria Mucha si spegne a Praga nel 1939. Nello stesso anno la prestigiosa rivista parigina di arte grafica “Arts et Métiers” dedicherà un numero alla commemorazione dell’artista.

Scopri la collezione di Locandine e Rèclame